6 ottobre 2016

6 ottobre 2016 Posted by: Category: Enada No comments

Si chiude questo pomeriggio la 44° edizione della manifestazione che si è tenuta come sempre nel Quartiere Fieristico capitolino. Sicuramente una edizione non facile, né per gli organizzatori né per gli operatori, sia quelli che hanno continuato ad esporre che per coloro che hanno deciso di rinunciare a questo importante appuntamento.

Tuttavia, un evento che anche tra le difficoltà ha saputo riaffermare l’importanza del business del gaming italiano e fotografare le evoluzioni del mercato. Evoluzioni che vedono emergere maggiormente settori come quello delle scommesse e dell’online e crescere, soprattutto tra i visitatori anche la presenza degli asiatici.

Checché se ne dica, è stato un momento di discussione che deve esser colto dall’industria per riflettere sul proprio futuro. A focalizzare l’attenzione della manifestazione, soprattutto la seconda giornata è stata quella che ha visto il maggior afflusso di visitatori, tra cui il rappresentante del Governo Pier Paolo Baretta, il quale, con una visita improvvisata, ha fatto un giro di perlustrazione tra gli stand per sondare le reazioni del mercato alle proposte che si stanno delineando a livello normativo sul settore.

Come ha dichiarato il presidente Sapar Raffaele Curcio, “La visita del sottosegretario Pier Paolo Baretta è stata molto positiva, perché abbiamo potuto mostrargli la realtà del settore e proporre diverse iniziative volte a contenere il fenomeno del GAP e rilanciare il comparto dell’intrattenimento puro. Ci auguriamo che prima della prossima Enada Primavera il settore possa godere di una rinnovata vitalità, magari con una legge di stabilità equa e che rispecchi i principi della costituzionalità”.

Vai su PressGiochi.it per vedere le altre immagini !

 

Tag:, , ,