6 novembre 2017

6 novembre 2017 Posted by: Category: Azienda, Hardware No comments

PSM ha oggi avuto il grande onore di poter accogliere, presso la propria sede ad Arezzo, Ritsuo Shingo, massimo esponente al mondo di Lean Manufacturing. La visita di Ritsuo Shingo, ex Presidente di Toyota Cina e ad oggi Presidente dell’Institute of Management Improvement nonché senior advisor per il Lean Leadership Institute, segna un nuovo traguardo lungo il percorso verso l’Industria 4.0. Durante il corso della giornata Ritsuo Shingo ha avuto modo di visitare gli stabilimenti produttivi di PSM, calandosi fin da subito nella realtà dell’azienda e vivendola in tutti i suoi aspetti come un vero e proprio membro del team, fornendo il proprio prezioso punto di vista sui processi produttivi in corso.

 
La visita di Shingo ha infatti assunto i connotati di una vera e propria “Gemba Walk”. Con questa espressione ci si riferisce alla pratica, sviluppata da Toyota e ad oggi diffusa presso le aziende manifatturiere più avanzate, di visitare la fabbrica di persona, da soli o assieme a un maestro più anziano, osservando scrupolosamente il lavoro di operai e addetti. «Ben diversa da un controllo qualità, una Gemba Walk vuole fornire un’occasione di comprensione e analisi, favorendo un approccio diretto alla risoluzione dei problemi e all’ottimizzazione del flusso di lavoro», spiega Angelo Peloni, General Manager di PSM, Unità Produttiva di PSM Gaming, che aggiunge: «L’incontro di oggi è stato estremamente proficuo proprio perchè le ottimizzazioni proposte sono di immediata e semplice applicazione, ed è questa la vera essenza della Gemba Walk: far partire il cambiamento da piccoli gesti, anche evitando qualsiasi processo informativo preliminare. Shingo sintetizza il concetto dicendo: “don’t use money, use brain”. Questo è tanto più vero perchè avviene non solo a livello di management, ma anche -e soprattutto- a livello di singolo operatore. Ciò comporta un grande senso di coinvolgimento per tutti, perché tutti possono contribuire al processo innovativo. La vera Gemba Walk la fanno quindi gli operai, quegli operatori che tutti i giorni lavorano in fabbrica. Il reale processo di trasformazione viene dal basso, non dall’alto, e quindi può essere messo in pratica fin da subito, senza dover necessariamente attenersi ai lunghi tempi di strategie visionarie e complesse».

Anche Daniele Conti, Presidente del Gruppo SECO-PSM, interviene sull’importante evento di oggi: «Quando, insieme al mio socio e amico Luciano Secciani, abbiamo fondato questa azienda quasi 40 anni fa, mai avrei immaginato che un giorno avrei avuto l’onore di accogliere nella nostra fabbrica, il massimo esperto di Lean Manufacturing al mondo. La nostra avventura, cominciata con impegno e umiltà in un garage di provincia è oggi un’azienda che opera a livello globale, ma che ha conservato intatti la propensione ad innovare, il coraggio di sperimentare e di migliorarci sempre. È dunque per noi una grande opportunità approcciare il metodo Toyota anche nella nostra realtà» continua Conti, «perché la nostra ambizione è quella di guardare a un futuro ancora più innovativo, in cui il Lean Thinking possa spingerci sempre oltre, e più velocemente. Siamo nell’era dell’Industria 4.0, dell’Internet of Things, dell’Intelligenza Artificiale, e vogliamo essere pronti ad affrontare le nuove sfide ed essere in prima linea per proporre soluzioni sempre più all’avanguardia ai nostri clienti».